Corso di formazione aziendale in modalità mista

Introduzione

Negli ultimi anni la tipizzazione molecolare dei microrganismi ha conosciuto un rapido sviluppo, soprattutto nell’ambito della sorveglianza epidemiologica delle malattie infettive, in corso di indagine su focolai d’infezione, nello studio dei determinanti che governano il diverso grado di virulenza di particolari ceppi di patogeni. L’analisi degli acidi nucleici ha una specificità molto più elevata rispetto all’uso di metodi di caratterizzazione fenotipici, determinando anche una riduzione di tempi e costi.

Tra i diversi metodi di tipizzazione molecolare, quelli più utilizzati anche nei laboratori dell’IZSAM, sono: PFGE (Pulsed-field gel electrophoresis), VNTR (Variable-number tandem repeat typing), SLST (Single locus sequence typing), MLST (Multilocus sequence typing). Sebbene negli anni siano state sviluppate altre tecniche per la caratterizzazione di determinati microrganismi (AFLP, RAPD, rep-PCR), il sequenziamento completo del genoma (WGS) mediante Next Generation Sequencing (NGS), sta riscuotendo un grande interesse e un applicazione sempre più ampia proprio per le sue capacità di identificazione e caratterizzazione dei microrganismi ad alta risoluzione.

Le tecnologie di sequenziamento di nuova generazione (Next Generation Sequencing - NGS) hanno migliorato l'efficienza del sequenziamento rispetto al tradizionale metodo Sanger e stanno rivoluzionando vari settori della ricerca scientifica. La mole di dati prodotti dai sequenziamenti, determina l’esigenza di sviluppare nuovi strumenti informatici in grado di archiviare, gestire e analizzare i dati grezzi (banche dati e analisi di bioinformatica).

L’IZSAM, di recente riconosciuto Centro di Referenza Nazionale per Sequenze Genomiche di microrganismi patogeni, utilizza queste nuove tecnologie già da qualche anno, realizza questo percorso formativo con la finalità di fornire ai partecipanti le basi teoriche dei diversi metodi di tipizzazione molecolare dei microrganismi, includendo anche il sequenziamento completo dei genomi e l'analisi di dati NGS.

Obiettivi di apprendimento

Alla fine del corso i partecipanti avranno acquisito conoscenze e familiarità con:

  • i principi dei diversi metodi di tipizzazione molecolare dei microrganismi e la loro applicazione;
  • le basi teoriche per l'analisi di dati di NGS per quanto riguarda lo studio di microrganismi;
  • l’organizzazione e l’uso di i sistemi informativi a supporto di tali analisi in IZSAM.

Modalità di erogazione

Il percorso di apprendimento è progettato in modalità blended (mista), utilizzando contemporaneamente più metodologie formative. Il corso ha una durata complessiva di 5 giornate (3 ore di attività extra aula per letture e approfondimenti e due giornate di formazione residenziale).

I materiali di prereading saranno resi disponibili sulla piattaforma eLearning dell’IZSAM raggiungibile all’indirizzo http://formazione.izs.it a partire dal 16 ottobre. L’attività di studio individuale è da ritenersi prerequisito indispensabile per poter accedere alle due giornate di formazione residenziale, che si svolgeranno dal 19 al 20 ottobre al CIFIV.

Metodologie educative

La modalità di erogazione privilegiata sarà quella blended (mista), con un’alternanza di relazioni, casi e discussioni per una più ampia condivisione di diverse esperienze.

La struttura del corso consente un’alta interattività tra gruppo docenti e gruppo discenti, favorendo l’applicazione della metodologia meglio nota come flipped classroom. Si tratta di una metodologia formativa che favorisce l'apprendimento in maniera più attiva e personalizzata, puntando sulla costruzione di uno spazio aperto di analisi, di confronto e di condivisione di esperienze, ricerche e buone pratiche. Maggiore risalto è dato all'uso didattico di una pluralità di fonti, risorse e contenuti, che i partecipanti possono consultare autonomamente su piattaforme di apprendimento collaborativo contribuendo al processo di apprendimento, in una logica di collaborazione e condivisione paritetica della conoscenza.

Beneficiari e accreditamento ECM

L’incontro è riservato a 30 partecipanti. Per la partecipazione sarà data priorità al personale coinvolto nell’attività diagnostica di microbiologia della sede centrale e delle sedi diagnostiche.

All’evento, accreditato ECM, sono stati attribuiti 15 crediti formativi per la figura professionale del veterinario, biologo e tecnico sanitario di laboratorio biomedico. Sarà pertanto prevista una prova finale di valutazione dell’apprendimento, costituita da un questionario a risposte multiple.  

La frequenza dell’intero percorso didattico (90% del tempo di erogazione) e il raggiungimento della sufficienza nella prova finale (75% di risposte esatte), sono condizioni essenziali per il riconoscimento dei crediti ECM.

Condividi

Facebook    Twitter    Google+    LinkedIn